Chiamaci subito: 091 811 44 55
Agevolazioni Fiscali Ristrutturazioni Edilizie Pisa

Tutto quello che c’è da sapere sulla Detrazione Fiscale del 36%

Se hai intenzione di restaurare casa, o vuoi mettere a norma la tua abitazione, oppure vuoi mettere al sicuro te e la tua famiglia contro l’intervento di malintenzionati nella tua proprietà, hai la possibilità di una agevolazione fiscale pari al 36% delle spese effettuate.

L’agevolazione consiste in una detrazione fiscale pari al 36% delle spese effettuate entro il 31 dicembre 2010 sui costi sostenuti per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di recupero del patrimonio edilizio (rif. Lg. n. 244 24/12/2007).

CHI PUÒ USUFRUIRE DELLA AGEVOLAZIONE?

La detrazione deve essere applicata sull’IRPEF e ne possono beneficiare:

  • I proprietari degli immobili;
  • Coloro che sono titolari di diritti reali sull’immobile e sostengono le spese;
  • I soci di cooperative divise e indivise;
  • I soci delle società semplici;
  • Gli imprenditori individuali, limitatamente agli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

UN ESEMPIO

La casa ha bisogno di alcuni interventi di manutenzione straordinaria, come il rifacimento dell’impianto elettrico,idraulico e del bagno.
La spesa sostenuta poniamo sia di 30.000 euro, Iva compresa.
A fronte di questa cifra si possono detrarre 10.800 euro (36% di 30.000) in dieci anni, con un risparmio d’imposta di 1.080 euro per ogni anno.
Per le persone anziane di settantacinque e ottanta anni invece il risparmio di imposta conseguibile sarà rispettivamente:di 2.160 euro (10.800: 5) e 3.600 euro (10.800: 3) per ogni anno.

PER QUALI LAVORI SPETTA LA DETRAZIONE FISCALE 36%? 

L’agevolazione fiscale pari al 36% delle spese effettuate può essere applicata sui costi sostenuti relativi a:

  • Manutenzione ordinaria degli immobili
  • Manutenzione straordinaria degli immobili
  • Restauro e risanamento conservativo
  • Ristrutturazione edilizia
  • Eliminazione barriere architettoniche
  • Realizzazione di strutture per la mobilità di persone con handicap grave
  • Contenimento inquinamento acustico
  • Risparmio energetico
  • Cablatura edifici
  • Sicurezza antisismica degli edifici
  • Messa a orma degli edifici
  • Opere finalizzate a evitare infortuni domestici
  • Opere finalizzate a impedire il compimento di atti illeciti
  • Bonifica dell’amianto.

Tra le spese per le quali compete la detrazione, oltre a quelle per l’esecuzione dei lavori,
sono comprese:

  • Progettazione dei lavori e altre spese professionali connesse
  • Acquisto dei materiali
  • Spese per la messa in regola degli edifici
  • Relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti
  • Perizie e sopralluoghi
  • IVA
  • Imposta di bollo e diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunce di inizio lavori

Oneri di urbanizzazione.

COSA FARE PER USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE FISCALE 36% ?

Il soggetto che intende avvalersi della detrazione fiscale deve inviare per raccomandata, prima dell’inizio dei lavori, il modello compilato di:

Comunicazione di inizio lavori di ristrutturazione edilizia per fruire della detrazione d’imposta ai fini IRPEF.

 All’indirizzo seguente:
Agenzia delle entrate | Centro Operativo di Pescara | Via Rio Sparto 21 | 65100 Pescara.

 

Al modello bisogna allegare:

  • I dati catastali
  • La fotocopia di pagamento dell’ICI se dovuta
  • La fotocopia della Delibera Assembleare se l’intervento lo prevede
  • La dichiarazione del proprietario di consenso all’esecuzione dei lavori, se questi ultimi vengono effettuati dal locatario o dal comodatario.

Per ulteriori dettagli e chiarimenti e per vedere l’elenco completo degli interventi sottoposti a detrazione fiscale scarica il documento che trovi al link qui sotto.

(L’AGENZIA INFORMA N. 3/2008 – Periodico bimestrale dell’Agenzia delle Entrate)

– Detrazione fiscale 36% (a cura dell’Associazione ANGAISA)
– Iva ridotta nell’edilizia – (a cura dell’Associazione ANGAISA)

(scarica dal sito dell’Agenzia delle entrate una guida utilissima su ristrutturazioni edilizie e agevolazioni fiscali )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *